Risate sabato 31 luglio a Villa del Bene (VR) con MARCO DELLA NOCE

Ci sarà da ridere sabato 31 luglio sera in Villa del Bene. Per l’occasione è atteso Marco Della Noce, noto al pubblico televisivo per il suo personaggio Larsen, ma anche per il meccanico della Ferrari Oriano Ferrari e per l’agente dei Nocs. Tra le apparizioni da segnalare quelle a Mai dire Gol e nel programma di Serena Dandini L’ottavo nano.

Il successo importante arriva però con Zelig. Ma Della Noce non è solo questo, è anche la voce di Luigi nei film: Cars – Motori ruggenti, Cars 2 e Cars 3. Così come attore in serie televisive e film.

L’evento, organizzato nella splendida struttura da Anthill Booking e dall’associazione Cultura Innovativa, patrocinato dal Ministero della Cultura – Polo Museale del Veneto e dal Comune di Dolcè, è ad ingresso gratuito ma con prenotazione obbligatoria all’indirizzo https://della-noce.eventbrite.it o inviando una mail a info@villadelbene.com o telefonando allo 045/8531196. L’apertura dei cancelli è prevista alle 19 con l’Happy Spritz Time.

In contemporanea ci saranno le esibizioni dei Veronesi Gravity Zero, del progster veronese Chianluca e del cantautore Vincenzo Greco. Durante tutta la serata sarà aperta l’area Food & Drink, inserita all’interno del delizioso parco che caratterizza la villa.

Ma Villa del Bene non è solo concerti. All’interno della struttura vengono poi organizzate anche presentazioni di libri, mostre d’arte, conferenze, meeting, degustazioni, picnic nel giardino e, quando sarà possibile, matrimoni e celebrazioni, fino al 29/08 è possibile visitare la mostra Like a Virgin di Sasha Torrisi, ex cantante dei Timoria. Inoltre nei prossimi mesi la villa diventerà un importante snodo per il cicloturismo e il turismo sostenibile. Infatti chi è interessato potrà noleggiare biciclette direttamente in loco, per poi inforcare la ciclabile che costeggia il fiume Adige cui spingersi fino a Innsbruck. In attesa del collegamento con il centro di Verona…

“La nostra intenzione è quella di costruire uno spazio inclusivo in cui tutti, bambini compresi, possano godere di storia, natura, arte e sostenibilità del vivere”, spiega Antonella Todaro di Cultura Innovativa partner di Villa Del Bene Network, “gli artisti qui sono benvenuti. La pandemia non è stata facile da gestire, ma ora siamo pronti a far vivere a chi lo vorrà un’estate stimolante, con nomi di sicuro interesse di livello nazionale”. La serata sarà presentata da Fabio Ricci.

Interview to Mo Khan, rap in Urdu language from Pakistan

Rap? Yes. But in Urdu language. This is Mo Khan, that writes impressive tunes and has many opportunity to reach a nice success! If you can’t understand why…try to listen! Here the interview to explain this artist…

You live in the USA but you are from Pakistan. Can you speak about your roots and why you use Urdu?

Mo – Yes, I was born & raised in Karachi, Pakistan. I am 24 years old, born on April 21, 1997. I am glad, I was able to enjoy such a rich culture with some of the most amazing people who taught me through their experiences and knowledge. I belong to a middle class family so you’re either a Doctor, Engineer, or a Failure (Pun Intended). I moved to United States for family reasons, but I always had special attachment to my culture. Which is one of the main reasons why I try to use URDU in my music. I live in society where it is a norm to speak English, which is why sometimes I miss speaking URDU with me fellows. I use to write tracks in English, but one of my friend recommended me to write in URDU, so that way my culture & language can become part of my usual life.

How did you began with music?

Mo – I always had this obsession my entire life with Musical Artists. I use to mimic Pakistani / Indian singers like: Atif Aslam, Jawad Ahmed, Ustaad Nusrat Fateh Ali Khan, Arijit Singh etc. Few years ago, I started doing acoustic covers of their tracks. I use to post these clips / videos on my social media & the response I was receiving from people was immense. This motivated me to make more cover tracks. However, I wanted to start something of my own; which is why I started to write my own tracks. I always had this passion for music & singing, but recently I discovered that I can be a great rapper as well haha.


What are your main music influence and why?

Mo – My music in heavily influenced by several artists like: Eminem, NF, Ustaad Nusrat Fateh Ali Khan, J.Cole, Talha Anjum, Talha Yunus, Asim Azhar, SavageKey666 & a few others. The fact that I live in Atlanta unofficially makes me a Hip/Hop artist haha.

How do you think to take your songs to the mainstream? You think is possible?

Mo – I started music because I was passionate. I write tracks based on my personal experiences, my personal life & share insight with my fans & listeners. It is definitely possible as well. I never had mainstream media / market in mind. I do not target that audience & even if I make it to mainstream market one day, I will still be the same MO. My music will always distinct from promotion of Drugs, Sex, Wealth etc.

What will change Covid in the music distribution and living?

Mo – Covid has not only affected artists, but listeners as well. Let’s be honest. Who wouldn’t like to enjoy live performances from their favorite artists. Covid has cost Music industry around $10 Bill. in loss if I am accurate. Let’s hope this settles down soon, so all of us can get back to our normal lives. Prayers & Love to all the families affected by Covid.

How you live your relation with social media?

Mo – I like to keep my social media Public & Discreet. In simple words: “It is Visible, but Invisible” at the same time. I am also an Information Technology Student, so I like to keep it very simple. I do not post much information about me on Social Media, I post once every quarter year & I only post the information or pictures on social media which will not cause harm to me or my significant others incase of a compromise.

What are the next steps?

Mo – All I would like to say is: This is just the beginning, I am a Wanderer & I will let my skills take the wheel. Let’s hope for the best & see where the journey takes us. Thank you so much for having me.


No Cap di Giammi, un successo annunciato che si inserisce perfettamente nell’oggi

Giammi, artista italiano di Zurigo, punta in alto con il singolo No Cap. Molto club-oriented, è un brano che si inserisce a gamba tesa sull’estate che stiamo vivendo, incitando la voglia di far festa e strizzando l’occhio a certa scena trap, quindi perfettamente in linea con l’attualità musicale italica.

Già suonato nelle radio, il brano ha già aggiunto 10mila visualizzazioni su youtube. A renderlo vincente ci sono senza dubbio le melodie e i power beats, che con quel quattro quarti non lascia scampo a chiunque voglia muoversi su una pista da ballo. Buono anche il flow di Giammi.

Disponibile ovunque, su ogni piattaforma, il brano sarà seguito il 6 agosto da un Remix, destinato ancora di più alle discoteche, ma più nell’area house. Insomma Giammi, che nel video di No Cap permette al cameramen di indugiare sulle sue Balenciaga probabilmente per sottolineare la propria stiloseria, non si ferma.

Anzi, rilancia. E viste le premesse pare che il ragazzo sappia come muoversi nel panorama odierno. E poco (gli) importa se qualcuno lo snobberà, sa infatti che No Cap è perfetto – produzione compresa – per arrivare ad una vasta audience pronta a far crescere hype e visualizzazioni.

Il canale YouTube tecnologico di Nicholas Soh

Spesso su questo sito parlo di musica, ma oggi voglio concentrarmi su un aspetto del lavoro che da anni svolgo nel campo del marketing e della comunicazione. Nello specifico vorrei analizzare il canale YouTube NicholassohTV in cui Nicholas Soh offre gratuitamente agli utenti recensioni, unboxing e…scherzi.

Sicuramente le recensioni tecnologiche hanno la meglio sugli altri contenuti. Tra gli ultimi video pubblicati i 5 accessori top per i laptot piuttosto che un setup per riprendere su YouTube semplificato danno un’idea della tipologia di contenuti che vanno per la maggiore.

Tra i video piu’ visti sono da notare quello in cui Nicholas parla di come sarebbe dovuto essere annunciato l’Iphone 12 e quello relativo alla recensione di uno degli ultimi arrivati in casa Apple. In tutto il canale in questione ha 12.400 iscritti e quasi 600mila visualizzazioni.

Lo stile di Nicholas è ironico, la qualità dei video piu’ che buona ed i colori generali molto chiari e un po’ freddi. Si potrebbe ormai definire uno stile distintivo, e un plauso va fatto a Nicholas proprio per questo suo occhio clinico nel capire come direzionarsi verso un pubblico che si sta affezionando a lui…

Il musicista 15enne Rafaricho annuncia un nuovo singolo.

Il cantautore e chitarrista Rafael Richardson (rafaricho) ha recentemente annunciato l’imminente uscita di un nuovo singolo in studio: Run Away. Originario di Doncaster, in Inghilterra, l’artista ha deciso di registrare una delle sue opere più personali fino ad oggi. Questa canzone è sicuramente un’introduzione perfetta alla sua musica.

Run Away ha un suono fluido e d’impatto, grazie a una produzione ben realizzata, progettata per suonare moderna mentre esplora anche le profondità della creatività di Rafaricho. Questa versione in particolare combina influenze diverse come la musica country pop, acustica e alternativa per creare un suono davvero unico.

Run Away è un fantastico primo assaggio di ciò che Rafaricho può realizzare. Questa versione è anche altamente raccomandata se piace il suono di artisti come John Mayer, Wilco e Jay Farrar, solo per citarne alcuni. Proprio come gli artisti di cui sopra, Rafaricho è armato di una passione per tutta la vita per la grande musica e della capacità di lasciare che le sue melodie parlino da sole.

Dopotutto, la grande musica non nasce inseguendo le tendenze: si tratta di creare un legame con il pubblico e farsi strada nei cuori! Questo è ciò che sta accadendo qui. Uno degli aspetti che guidano l’uscita è il modo in cui l’intimità dei testi si fonde perfettamente con l’approccio frizzante e moderno alla produzione.

Le percussioni sono potenti e decise, ma non sopraffanno mai le chitarre acustiche, che fungono da spina dorsale essenziale della canzone. Le voci sono molto personali ed emotive, guidate nel modo in cui l’intera canzone funziona.

In uscita il 7 agosto 2021 – Sito ufficiale | https://www.rafaricho.co.uk

BUNI MILANI torna con JUICY, ep e libro dedicato ad un’audace storia d’amore…

Essere un artista nel 2021 è molto diverso da come lo era all’inizio degli anni 2000. L’artista può avere il controllo completo della propria carriera, se sceglie questa strada. Buni Milani, una cantautrice indipendente e proprietaria del marchio di bellezza Mami Mogul Worldwide, ha lavorato diligentemente per far crescere il suo marchio personale e aziendale a livelli elevati.

Dopo essersi presa una pausa dalla musica per avere il suo primo figlio, la bellissima musicista ha iniziato a scrivere il suo EP, JUICY. Ricordando quanto i fan amassero le storie che raccontava attraverso la musica, Buni ha deciso di scrivere un libro per accompagnare il suo nuovo, piccante progetto musicale.

È la prima musicista al mondo a farlo. JUICY è descritta come una bella, sexy, ma audace storia d’amore tra un uomo ricco e attraente e Buni Milani. Buni di solito scrive le sue canzoni dopo diverse esperienze con diversi uomini della sua vita, ma questa volta l’intero progetto riguarda un uomo.

Uomini e donne di tutto il mondo apprezzeranno. L’EP JUICY e THE JUICY BOOK saranno disponibili per l’acquisto esclusivamente su mamimogulworldwide.com dal 4 settembre. Rimani aggiornato con Buni Milani su Instagram e sul sito ufficiale bunimilani.com.

BLAQ PAGES: il singolo Tempo – feat Soko7 – muove l’estate

L’artista BLAQ PAGES con sede a Los Angeles, ma nato ad Accra, offre la musica giusta per viaggiare in questa strana estate.

Dopo aver catturato l’attenzione con il suo ultimo singolo intitolato Tempo, feat Soko7, l’artista irrora il mondo con la sua musica a base di ritmi afro, tribalismi e un’energia contagiosa e comunicativa. La musica africana è chiaramente una grande influenza ascoltando il singolo.

Ci sono però tutti quei cliché di certa disco electro, e di trap. Tra queste senza dubbio la voce filtrata, che rende il risultato solo apparentemente freddo. Direi piu’ automatizzato, ma è solo un’impressione, perché comunque la capacità compositiva per muoversi in quel mondo c’è.

Il consiglio è quello di mettere le scarpe da ballo giuste e scendere in pista!

Sober: la dichiarazione anti-dipendenze degli ET Boys,

L’arrivo degli ET Boys (chiamati Tacboy e Sharkeyes) coincide con Sober loro prima uscita per Wake Up. Nato a Chicago ma originario della Florida, Tacboy assume il ruolo di cantante e paroliere, mentre Sharkeyes scrive e compone i brani. Ciò che i fratelli creano come duo è il loro suono unico.

Si tratta fondamentalmente di rap melodico, ma loro lo descrivono piu’ precisamente come Nu Pop. Nel video si racconta una storia intensa, in cui il protagonista ha problema con sostanze. Nell’opera di Domonick Giorgianni la violenza, e la perdita della ragazza, sono strettamente legate alle dipendenze.

Il potente messaggio sull’autodistruzione avrà un seguito, un ulteriore singolo che si preannuncia come ideale legame delle produzioni degli ET Boys. Intanto però possiamo gustare questa Sober e il suo andamento affascinante, con un’elettronica leggera e qualche tocco danzereccio.

Il leitmotiv è questa batteria, non proprio realissima nel sound, che insiste, portando l’ascoltatore ad aprirsi all’esperienza sonora, potendo godere di un pezzo ben costruito. Sicuramente un buon colpo, specie dopo un lungo periodo difficile come quello appena vissuto.

PINO SCOTTO a Villa del Bene sabato 24 luglio. Il rocker si racconta…

Si preannuncia una serata esplosiva quella di sabato 24 luglio a Villa del Bene. La splendida struttura sita a Volargne di Dolcé ospiterà nella rassegna Rockinvilla Pino Scotto, rocker impenitente che, in duo, ripercorrerà la sua istrionica ed incendiaria carriera.

Partito come voce dei seminali heavy metaller italiani Vanadium, Scotto ha costruito la propria credibilità su una vocalità granitica e su una presenza scenica resa ulteriormente irresistibile da proclami ulceranti. La sua carriera a RockTv ne ha ulteriormente innalzato il mito, ma il palco rimane l’ambiente naturale di Pino Scotto, come dimostrato piu’ volte anche nel veronese.

L’evento, organizzato nella splendida struttura da Anthill Booking e dall’associazione Cultura Innovativa, patrocinato dal Ministero della Cultura – Polo Museale del Veneto e dal Comune di Dolcè, è ad ingresso gratuito ma con prenotazione obbligatoria all’indirizzo https://www.pino-scotto.eventbrite.it. L’apertura dei cancelli è prevista alle 19 con Happy Spritz Time. E’ prevista la possibilità per i presenti di cenare e bere a prezzo calmierato.

In contemporanea ci saranno le esibizioni dei rocker veronesi The Gigahertz, degli Arizona Parker caratterizzati da una voce femminile e dal rock in italiano dei The Pillheads. Durante tutta la serata sarà aperta l’area Food & Drink, inserita all’interno del delizioso parco che caratterizza la villa.

Ma Villa del Bene non è solo concerti. All’interno della struttura vengono organizzate anche presentazioni di libri, mostre d’arte, conferenze, meeting, degustazioni, picnic nel giardino e, quando sarà possibile, matrimoni e celebrazioni. Inoltre nei prossimi mesi la villa diventerà un importante snodo per il cicloturismo e il turismo sostenibile. Infatti chi è interessato potrà noleggiare biciclette direttamente in loco, per poi inforcare la ciclabile che costeggia il fiume Adige cui spingersi fino a Innsbruck. In attesa del collegamento con il centro di Verona…

“La nostra intenzione è quella di costruire uno spazio inclusivo in cui tutti, bambini compresi, possano godere di storia, natura, arte e sostenibilità del vivere”, spiega Antonella Todaro di Cultura Innovativa partner di Villa Del Bene Network, “gli artisti qui sono benvenuti. La pandemia non è stata facile da gestire, ma ora siamo pronti a far vivere a chi lo vorrà un’estate stimolante, con nomi di sicuro interesse di livello nazionale”. La serata sarà presentata da Fabio Ricci.

La trasversalità della Butt tra musica, cinema e…

Katrin Butt, cantante, artista e attrice, ha ora pubblicato singoli su soundofmusic, da ascoltare su Spotify, che sono molto ben accolti dagli ascoltatori.

Dal 1988 al 1992 Katrin Butt ha studiato visual design sperimentale (con video e film) alla Linz Art University, e ha studiato pianoforte al Conservatorio Bruckner di Linz. Ha anche preso lezioni di canto e recitazione a Londra e Vienna e vinto numerosi premi per il canto, la recitazione, miglior regista e migliore attrice.

Ha pubblicato singoli su Spotify e lavorato con il premio Oscar Florentin Groll ed Elisabeth Kanettis, da ascoltare su Spotify. “Con Lady Gaga e Madonna poi mangio la pizza e Jonny Depp compra un involucro vegetariano” canta.

Ma si tratta di un messaggio per lei “Abbraccia te stesso e con esso il mondo, in modo che non cada in un abisso e il mondo finisca” è il suo credo. Come cantante, musicista e artista (Mag.art), ha avuto successo nelle esibizioni dal vivo ed è stata trasmessa alla radio.

Come produttrice e regista ha recitato in film propri e di altri (con Aaron Karl, Oberkogler ecc…) con Isabella Hübner (da Sturm der Liebe). È stata molto elogiata dalla stampa e descritta come una “moderna Hildegard Knef”, canta hip-hop, pop e si è esibita anche con Bobbie MacFerrin, tra gli altri.